giovedì 23 gennaio 2014

Pizzoccheri

Buongiorno Amici!
Oggi una ricetta che merita davvero: i pizzoccheri.
Dopo una porzione la mia coscienza grida vendetta, le calorie mi rimbombano persino nel cervello ma, ogni tanto, ne vale la pena.
La pasta è fatta in casa ma non da me, non amo prendermi meriti non miei lo sapete :-)
L'ha preparata una gentile signora che ha un negozio nel paese dove vivo e mi sono fatta scrivere la ricetta per postarvela; la prossima volta provo a farli a mano anch'io, vedremo cosa ne uscirà! Ovviamente si possono trovare freschi e già pronti al supermercato o nei pastifici.
Non ho scritto "Valellinesi" nel titolo volutamente perchè guardando varie ricette ho notato che ci sono pareri discordanti. Chi dice che i veri pizzoccheri sono con il formaggio Valtellina Casera e non il Bitto, (io li ho messi entrambi) chi sostiene che vanno fatti con le verze e chi con le bietoline (io ho messo le seconde). Insomma che siano Valtellinesi o Simil-Valtellinesi provateli perchè sono davvero buonissimi!



Cosa Vi Serve:

Per la pasta 500 gr circa:

400 Gr di Farina di Grano Saraceno
100 Gr di Farina 00 Il Molino Chiavazza
350 Ml di Acqua
1 Pizzico di Sale Gemma di Mare

Per il condimento:

350 Gr di Patate
250 Gr di Bietole
150 Gr di Grana Padano
125 Gr di Valtellina Casera
125 Gr di Bitto
100 Gr di Burro
1 Spicchio d'Aglio
Pepe
Sale Gemma di Mare


In una ciotola mescolate le due farine, aggiungete l'acqua piano piano e impastate fino ad ottenere un panetto compatto.

Avvolegetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare per almeno 30 minuti in un luogo asciutto.

Stendete la pasta con un mattarello fino ad uno spessore di 2 o 3 millimetri da cui dovrete ricavare delle fasce di 8 cm circa.

Sovrapponete le fasce infarinandole in modo che non si attacchino e tagliatele nel senso della lunghezza ottenendo "tagliatelle" lunghe circa 5 cm, i pizzoccheri appunto.

Passate quindi alla preparazione del condimento, sbucciate e tagliate le patate a tocchetti.

Lavate e pulite le bietoline tagliandole a striscette.

Tagliate a pezzetti i formaggi.


Lessate le verdure in acqua bollente salata per 5 minuti.

A questo punto aggiungete alle verdure i pizzoccheri e cuocete per altri 10/15 minuti.

Scolate il tutto con una schiumarola e riponete i pizzoccheri in una terrina calda.

Aggiungete i formaggi, il grana padano e mescolate con cura per far sciogliere tutto.

In un pentolino sciogliete il burro con uno spicchio d'aglio e una volta pronto rovesciatelo sui pizzoccheri e continuate ad amalmagare per qualche minuto.

Servite ben caldi...


Buona Giornata,
Vale

12 commenti:

  1. Brava!! I pizzoccheri sono buonissimi, fatti in casa poi sono una meraviglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, grazie =)
      Buona Giornata!

      Elimina
  2. Direi che qualche volta qualche sfizio ce lo possiamo togliere...Alla faccia delle calorie...Sono gustosissimi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Memole, è vero, ogni tanto ci vuole!!!!
      A presto!

      Elimina
  3. Non li ho mai fatti!!!! ammazza che bontà.. che condimento ricco! baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, si ogni tanto va bene... sono davvero ricchi e gustosi!
      A presto cara!

      Elimina
  4. è vero ogni tanto ci vuole! io li ho preparati da zero l'anno scorso, sono semplici ci vuole solo un po' di spazio per stendere la pasta:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, la prossima volta li preparo da zero anch'io e seguirò il tuo consiglio, preparerò un piano di lavoro bello grande! A presto!
      =)

      Elimina
  5. Sei fortissima, tesoro... si, dopo il cervello grida vendetta ma lo stomaco se la gode, eccome...!! Uno dei miei rammarichi di non poter più mangiare formaggi sono proprio i pizzoccheri. I tuoi sono straordinari!! TVTTB un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely cara! Che peccato non mangiare formaggi, immagino quanto ti manchino! Grazie del passaggio, un abbraccio forte!

      Elimina
  6. Non li ho mai preparati e a dirti il vero li ho mangiati una sola volta. Non male. Ricordo che mi piacquero. Poi non facendo parte della nostra tradizione rimangono sempre nel cassetto e dimenticate queste ricette. Ma vedi che ogni tanto qualcuno le ripropone e ci fa pensare.... quasi quasi.... Buona giornata Vale!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elly! Hai proprio ragione, ci sono ricette regionali buonissime che non prepariamo mai magari perchè non sono troppo nelle nostre corde. Però quando ci proviamo il risultato è ottimo! Una abbraccio cara!

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, anche solo un saluto...mi fa molto piacere leggere i vostri commenti...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato dall'autrice senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Se in questo blog dovessero esserci foto/testi che violano dei copyright siete pregati di avvisare l'autrice.
Ogni violazione, ove ci fosse, non è voluta ma casuale e verrà prontamente rimossa.
Informativa sui Cookie